Allerta alimentare, lo vendono come prodotto “salutare” ma ecco cosa contiene veramente: scoperta raccapricciante

Un prodotto alimentare viene spacciato come salutare, ma contiene ben altro al suo interno: di cosa parliamo?

I supermercati offrono prodotti alimentari di ogni tipo. Ce ne sono davvero tanti e possono fare al caso nostro in base alla situazione. Infatti ci accontentano in molti modi diversi: non ci possiamo lamentare. Il punto è che alcuni di questi prodotti alimentari forse non rispecchiano la realtà. Vale a dire che potrebbero essere più nocivi di quello che si pensa. Esattamente come è stato scoperto di recente con alcune patatine vegetali.

Pericoloso prodotto alimentare viene spacciato per buono
Prodotto alimentare nocivo: di che si tratta? – (Museodiocesanotorino.it)

Noi sappiamo che le patatine vegetali sono un’alternativa più salutare di quelle fritte. In genere dovrebbero far bene alla salute e aiutare chi ha bisogno di seguire un percorso di dimagrimento. Tuttavia non sono più la scelta principale dei consumatori adesso: sarebbe il caso di non consumarle. Uno studio ha messo alla luce alcuni dati importanti su questo tipo di patatine. A quanto pare sarebbero nocive per l’essere umano.

Non mangiare queste patatine, potresti rischiare grosso: lo conferma uno studio

L’analisi è stata condotta in svizzera e ha riguardato 11 campioni di patatine vegetali. Sono state acquistate presso supermercati e discount piuttosto conosciuti. In queste patatine è stata rilevata la presenza di sostanze nocive. Parliamo dell’acrilammide per esempio, un composto chimico che viene a formarsi durante il riscaldamento di alimenti amidacei. Viene associato ad un aumento del rischio di cancro e di danni al DNA.

Pericoloso prodotto alimentare viene spacciato per buono
Attento a questo prodotto alimentare: è dannoso – (Museodiocesanotorino.it)

Ma non è solo l’acrilammide il problema. L’esame ha evidenziato tracce di glifosano, un noto erbicida che non dovrebbe essere assunto. Non mancano ulteriori pesticidi dannosi quali il piperonil butossido, il boscalid e il clopyralid. Questa ricerca sta sollevando molti dubbi sulla sicurezza di queste patatine vegetali. Dovrebbero garantire una buona alternativa a quelle fritte, ma non sembra che sia così dopo queste scoperte.

Alcune patatine, però, hanno superato il test. Quindi non tutte quante hanno registrato dei dati in negativo. Ciò non toglie che gli esperti vogliano maggior trasparenza per distinguere quelle che sono “salutari” dalle “nocive”. Alla luce di questi fatti viene consigliato di preparare le patatine vegetali direttamente in casa. Magari utilizzando degli ingredienti freschi e naturali, piuttosto che affidarsi a dei prodotti già pronti. Questo è tutto ciò che bisogna sapere sull’argomento. Se di recente siete stati male per via delle patate vegetali, consigliamo di rivolgersi al proprio medico.

Impostazioni privacy