Codice della Strada, ancora un aggiornamento: raffica di multe in arrivo | “Saranno posizionati ovunque”

Il Codice della Strada è stato aggiornato, le multe potrebbero aumentare: ecco che cosa bisogna sapere al riguardo.

Rispettare il Codice della Strada è un dovere per tutti gli automobilisti italiani. Non se ne può fare a meno dato che è molto importante. Ecco perché bisogna fare attenzione e cercare di non violare le normative. Ma adesso la situazione potrebbe diventare molto più difficile da sostenere. Questo perché il Codice della Strada ha ricevuto un aggiornamento piuttosto importante. Come cambieranno le cose d’ora in avanti?

Il Codice della Strada è stato aggiornato
Aggiornamento del Codice della Strada: cosa dobbiamo sapere – Museodiocesanotorino.it

Matteo Salvini, Il Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, ha aggiornato il Codice della Strada. Stanno per arrivare delle nuove regole per quanto riguarda gli autovelox. Erano state fatte delle promesse in passato, ed ora sono state mantenute. Difatti è stato approvato la bozza del decreto autovelox, la quale introduce una nuova regola. Lo scopo è quello di garantire un uso conforme dell’autovelox, così da prevenire incidenti e tutelare gli utenti della strada.

Codice della Strada, quali sono i cambiamenti da conoscere: c’entrano gli autovelox

La modifica mira a sistemare il posizionamento degli autovelox. Matteo Salvini aveva ribadito per diverso tempo che non erano stati installati correttamente. Miravano a disturbare i lavoratori e coloro che transitavano regolarmente. Adesso le sistemazioni dei dispositivi di controllo della velocità cambieranno. Il nuovo regolamento corregge questo difetto e mira a evitare i ricorsi da parte degli utenti. Ciò significa che alcune violazioni non potranno essere contestate.

Il Codice della Strada è stato aggiornato
Multe in arrivo: ecco l’aggiornamento del Codice della Strada – Museodiocesanotorino.it

Allo stesso tempo le sanzioni, in teoria, non dovrebbero aumentare. Se fino ad oggi gli autovelox erano praticamente un po’ ovunque, come si è visto negli ultimi mesi, la situazione dovrebbe cambiare in maniera favorevole per gli automobilisti. Inoltre c’è da dire che gli autovelox non saranno più vicini come prima. Non tenendo conto di quello che può essere la zona di installazione, si accerteranno che ci siano delle distanze minime.

E poi c’è un altro punto importante di cui parlare. I dispositivi mobili di rilevamento di velocità potranno essere usati senza problemi. A patto che vengano resi visibili al cittadino e non vengano nascosti. Questo è tutto ciò che c’è da sapere per quanto riguarda il nuovo decreto proposto da Matteo Salvini. Con questa misura spera di correggere il problema e di non rendere gli autovelox ingestibili. Speriamo che la situazione riesca a migliorare in fretta.

Impostazioni privacy