Il Beato Angelico al Museo Diocesano

In occasione dell’Ostensione della Santa Sindone dal 16 aprile al 30 giugno 2015 è esposto in un allestimento speciale al Museo Diocesano di Torino il celebre quadro del Beato Angelico Compianto del Cristo Morto, in prestito straordinario dal Museo di San Marco di Firenze.

Segui sui Social Network l’hashtag #Angelico2015 e #Sindone2015 per scoprire tutto sull’evento.

L’esposizione è promossa dallo stesso Museo Diocesano di Torino, dalla Consulta per la valorizzazione dei beni artistici e culturali di Torino e dall’Associazione Sant’Anselmo 

È disponibile negli store Apple e Android l’Applicazione mobile per esplorare l’opera con Timothy Verdon.

L’opera
Tempera su tavola, 152 x 200 cm, 1436, in prestito dal Museo di San Marco di Firenze.
Raffigura Cristo deposto tra le braccia di Maria e figure che lo compiangono; sullo sfondo Firenze. Era collocata presso la Porta della Giustizia dove venivano giustiziati i condannati a morte, a mostrare Gesù giustiziato come un comune criminale.

Il curatore
Mons. Timothy Verdon (New Jersey, 1946), storico dell’arte, Direttore del Museo del Duomo di Firenze e dell’Ufficio Diocesano dell’Arte Sacra di Firenze. Autore di libri e articoli in italiano e inglese sull’arte sacra.

Iniziative
l’Applicazione mobile per esplorare il quadro; il catalogo; una conferenza di Timothy Verdon: “Il mistero della morte e resurrezione nel Beato Angelico” (data da destinare); visite guidate a cura del Museo Diocesano di Torino; servizi didattici a cura di Copat Torino; un concorso di opere di giovani artisti promosso dall’Associazione Sant’Anselmo e dalla Fondazione Crocevia, in collaborazione con l’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino.